Ultimi argomenti
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


Mozione - dal Collegio docenti di Torri di Quartesolo

Andare in basso

Mozione - dal Collegio docenti di Torri di Quartesolo

Messaggio  Admin il Mer Ott 08, 2008 3:31 pm

MOZIONE PRESENTATA E DELIBERATA ALL’UNANIMITA’ DAL COLLEGIO DOCENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI TORRI DI QUARTESOLO 2 - MAROLA



In riferimento all'articolo 4 del decreto legge 1° settembre 2008 n. 137, il Collegio dei Docenti dell'Istituto Comprensivo “Torri-2” di Torri di Q.lo (Vicenza) esprime le seguenti riflessioni sulle modifiche che riguardano la scuola primaria..



1. Il superamento della figura del “maestro unico” è avvenuta quasi vent'anni fa, a seguito di un grande dibattito. E' stata una riforma largamente condivisa, risultato di un confronto serio e appassionato tra le varie componenti coinvolte nel processo educativo. Questa modalità, democratica e partecipativa, ha favorito il coinvolgimento dei Docenti, che in questi anni hanno sentito di impegnarsi per qualcosa in cui credevano.

2. La divisione delle discipline consente a ciascun insegnante di aggiornarsi, di fare ricerca e di essere preparato maggiormente, molto più di quando un maestro “tuttologo” doveva insegnare tutte le materie per tutto il programma previsto nei cinque anni.

3. Il confronto con i colleghi permette di cogliere la complessità della realtà e di trovare strategie più efficaci in classi che diventano sempre più eterogenee e di fronte a bambini sempre più complessi. Anche rispetto ai genitori il gruppo docente può fornire un rapporto più ricco ed equilibrato.

4. Le ore di compresenza, già pesantemente erose dalla necessità di coprire le supplenze, permettono una didattica di recupero e di arricchimento dell'offerta formativa. Sono inoltre una risorsa preziosa per le attività di alfabetizzazione con gli alunni stranieri.

5. La riduzione del tempo scuola, decurtato di sei ore settimanali, non va incontro né alle esigenze dei genitori né al bisogno di qualità dell'insegnamento. Nell'ultima ricerca internazionale sulla scuola primaria (IEA-Pirls del 2006) l'Italia si è classificata settima nel mondo e seconda in Europa. Ma per mantenere questi risultati è indispensabile investire risorse e tempi adeguati.



Riteniamo che la decisione del Ministro Gelmini sia sbagliata nei contenuti e offensiva nelle modalità: sperpera tutte le competenze acquisite dagli insegnanti in questi anni, li ignora come risorsa umana, con un colpo di mano stravolge un sistema scolastico che funziona .



Al di là delle affermazioni, l'unico obiettivo della manovra sembra essere il risparmio economico. Ma la scuola è il futuro della nostra società, e nel futuro noi vogliamo credere e investire.



Marola, 7 ottobre 2008

Admin
Admin

Numero di messaggi : 109
Occupazione : insegnante
Data d'iscrizione : 04.09.08

Visualizza il profilo http://bassano3.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum