Ultimi argomenti
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


resoconto dell'incontro sindacati/ministero- -marzo 2009

Andare in basso

resoconto dell'incontro sindacati/ministero- -marzo 2009

Messaggio  Admin il Dom Mar 15, 2009 3:35 pm

Resoconti incontro tra sindacati e Ministero sugli organici 2009/10

11 marzo 2009 - CGIL, CISL, UIL, GILDA
CGIL. Organici per l'anno scolastico 2009-2010: oltre 42.000 lavoratori resteranno a casa
CISL. Qualche taglio in meno, qualche garanzia in più
UIL. Cinquemila tagli in meno in organico di diritto, richieste per 20 mila assunzioni, e l'impegno a verificare soluzioni per garantire la continuità lavorativa dei precari
GILDA. Organici incontro MIUR: poche timide aperture

CGIL. Organici per l'anno scolastico 2009-2010: oltre 42.000 lavoratori resteranno a casa

A seguito dell' emanazione definitiva dei due regolamenti riguardanti le rete scolastica, la formazione delle classi e gli ordinamenti nelle scuola primaria e secondaria di primo grado, il Miur ha convocato i sindacati per fornire l'informazione preventiva sulle linee di indirizzo della circolare di prossima emanazione che accompagnerà la bozza di decreto interministeriale con la ripartizione dei posti per gli organici della scuola per il 2009-2010.

L'amministrazione ci ha fornito il seguente quadro

* Lo slittamento di un anno del regolamento attuativo dell'art. 64 della legge 133/08 nella secondaria di secondo grado ha oggettivamente aggravato la situazione dei tagli da realizzare nel primo ciclo. Questa la ragione dell'ipotesi di slittamento in organico di fatto di una quota di tagli, 5000 unità, prevista per il prossimo anno;

* rimane ferma la garanzia di mantenimento del numero della classi a tempo pieno e a tempo prolungato solo nelle quantità attuali. Più complicato poter garantire il tempo mensa aggiuntivo nel modello oggi funzionante a 30 ore con uno o due rientri pomeridiani, pur in presenza di richieste di conferma da parte delle famiglie e da parte degli stessi EE.LL. e Regioni (anche per ragioni di trasporto);

* entro fine mese sarà pubblicato l'elenco delle scuole che entreranno nel piano generale di riqualificazione dell' edilizia scolastica e che, pertanto, potranno mantenere gli attuali parametri sul numero degli alunni per la formazione delle classi. Per le altre scuole il parametro sarà innalzato (mediamente di 2-3 unità) cosi come previsto nel regolamento;

* il Miur farà richiesta al Tesoro di nuove immissioni in ruolo per il prossimo anno per una quota complessiva di 20.000 unità circa, 12/13000 docenti di 7000 nel sostegno e 7/8000 Ata in numero pari ai pensionamenti;

* sono in corso contatti con il Ministero del Welfare per individuare possibili soluzioni per personale precario ;

* le cattedre saranno tutte costituite a 18 ore , salvo i casi di "impossibilità" (in particolare nel secondo grado) non avendo operato per l'anno prossimo (a differenza della scuola media) la revisione delle classi di concorso, dell'orario per le varie discipline e degli ordinamenti;

* il tempo scuola, in presenza di corsi ad indirizzo musicale , sarà a 33 ore settimanali.

L'amministrazione, dopo questa prima informativa ai sindacati, ritiene di essere in condizione di emanare la circolare e la bozza di decreto interministeriale con la ripartizione dei posti alle singole regioni, entro una decina di giorni. Di conseguenza la scadenza previste nell'OM sulla mobilità per la formazione delle classi e per la costituzione degli organici subirà uno slittamento in avanti di almeno un paio di settimane.

Rispetto a quanto esposto dall'amministrazione la FLC Cgil:

* ha fatto presente che nonostante lo slittamento in organico di fatto della riduzione di 5000 posti, il numero complessivo dei tagli rimane invariato , vale a dire 42.100 a partire prossimo anno scolastico;

* ha chiesto che siano soddisfatte tutte le richieste di attivazione di tempo pieno nella primaria e di tempo prolungato nella scuola secondaria di primo grado e che siano integralmente soddisfatte tutte le richieste di tempo scuola da parte delle famiglie , così come a suo tempo il Ministro si era impegnato a fare, a partire dalle prime classi e non solo in quelle successive come si afferma nel regolamento;

* ha chiesto che sia riconosciuta la piena autonomia didattica ed organizzativa delle singole scuole nella gestione delle risorse di organico;

* ha chiesto che siano garantite comunque quote orarie di compresenza e i modelli organizzativi esistenti.

Inoltre, per quanto riguarda il personale precario, chiediamo l'apertura immediata di un tavolo tecnico interministeriale al fine di ottenere impegni precisi e risposte reali per chi perderà il lavoro, oltre alle immissioni in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili, sia per il personale Ata che docente.

Occorre ricordare inoltre che è prevista, a partire dal prossimo anno scolastico, un taglio pesantissimo sul personale Ata , che contribuirà a ridurre la sicurezza nelle scuole e la funzionalità dei servizi ausiliari e amministrativi .

La FLC, per queste ragioni, proseguirà la propria azione, a partire dallo sciopero del 18 marzo per difendere un patrimonio fondamentale di questo paese: la scuola pubblica.

__

CISL. Qualche taglio in meno, qualche garanzia in più

Il lavoro ai "tavoli di confronto" con il MIUR porta i primi risultati: nell'incontro di oggi, dedicato al tema degli organici del personale docente, sono state prospettate alcune soluzioni in linea con le priorità evidenziate e più volte ribadite dalla CISL Scuola.

* * *

5.000 "tagli" in meno

La prima soluzione riguarda la consistenza dell'intervento sugli organici: l'Amministrazione - che sta completando la predisposizione del Decreto Interministeriale e della Circolare collegata - è orientata a ridurre di 5.000 unità, sull'organico di diritto, l'entità del "taglio" previsto nei provvedimenti attuativi della legge 133/08.

Un dato che non muta ovviamente il segno, decisamente negativo, di una politica scolastica su cui resta il profondo dissenso della CISL Scuola, ma che non può essere sottovalutato in presenza di vincoli legislativi su cui non esistono, oggi, credibili spazi per interventi di modifica.

Quanto sopra dovrebbe consentire, come richiesto dalla CISL Scuola, margini di ulteriore disponibilità per assicurare - nelle classi non a "tempo pieno" della scuola primaria - una risposta alle esigenze di tempi per la mensa e per l'arricchimento dell'offerta formativa.

Sul "tempo pieno" , l'Amministrazione ha confermato il criterio che prevede l'assegnazione di due unità di organico per ciascuna delle classi costituite, come previsto nella stesura definitiva del "Regolamento sugli ordinamenti del I ciclo" , nel consueto limite della dotazione organica attualmente assegnata a tale tipologia. Nella scuola secondaria di I e II grado il minor numero di "tagli" dovrà servire anche ad attenuare gli effetti della prevista saturazione a 18 ore delle cattedre, nel caso in cui ciò si riveli particolarmente problematico.

* * *

20.000 assunzioni a tempo indeterminato

Un secondo importante segnale è quello relativo alle "assunzioni in ruolo" , per le quali sono state avviate le procedure di autorizzazione per la copertura di circa 20.000 posti: 8.000 di personale ATA, 7.000 relativi all'organico del sostegno, 5.000 di personale docente (posti comuni).

* * *

Conferma dei precari

Di particolare rilevanza la proposta - scaturita nell'ambito del "tavolo di confronto" sul precariato - relativa alla possibile conferma del contratto di lavoro, nel prossimo anno scolastico, a quanti sono oggi in servizio come supplenti annuali o fino al termine delle attività, qualora risultassero esclusi dalle nomine.

L'ipotesi, già formalizzata e attualmente al vaglio del Ministero del Lavoro, prevede per gli interessati un impiego nella copertura delle supplenze temporanee di maggior durata presso le scuole.

Ferma restando l'esigenza di approfondirne in dettaglio i risvolti applicativi, si tratta indubbiamente di una soluzione che - in convergenza con analoghe iniziative legislative messe in atto anche dalle forze politiche di opposizione - assicurerebbe agli interessati una tutela rilevante anche sotto il profilo giuridico e amministrativo in termini di continuità del rapporto di lavoro.

* * *

Piena autonomia organizzativa e didattica alle scuole

E' stata manifestata, infine, piena disponibilità ad accogliere la richiesta della CISL Scuola di riconoscere pienamente le prerogative delle istituzioni scolastiche, alle quali deve essere garantita l'autonomia organizzativa e didattica nella gestione delle risorse di organico per le finalità individuate nel Piano dell'Offerta Formativa.

* * *

Il confronto continuerà per un puntuale esame dei richiamati atti amministrativi. Prossimo incontro: martedì prossimo, 17 marzo.

__

UIL. Cinquemila tagli in meno in organico di diritto, richieste per 20 mila assunzioni, e l'impegno a verificare soluzioni per garantire la continuità lavorativa dei precari

Garantire la qualità dell'istruzione e sostenere il lavoro le linee guida della Uil Scuola nel negoziato

L'incontro di oggi – spiega Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola – è stato di apertura del confronto di merito sugli organici.

Abbiamo preso atto che ci saranno 5 mila tagli in meno nell'organico di diritto del personale della scuola. Il ministero – aggiunge Di Menna – ha comunicato che ha fatto richiesta di 20 mila assunzioni in ruolo per 13 mila docenti, 7 insegnanti di sostegno e 7.500 di personale Ata.

Abbiamo accolto positivamente l'impegno a verificare soluzioni per garantire la continuità lavorativa dei precari sulla base di un monitoraggio che il ministero sta facendo provincia per provincia.

La conferma di un organico che assicuri la scelta che hanno fatto le famiglie per le 30 ore nella scuola primaria e quella di un organico necessario per coprire le attività di mensa nel tempo pieno e nel tempo prolungato nella scuola media, oltre che di una direttiva sugli assetti organizzativi e didattici che lasci alle scuole autonomia nell'organizzazione delle quote orario – commenta Massimo Di Menna – insieme alle tutele per mantenere al lavoro i circa 28 mila precari
che rischiano di non avere più un incarico, sono le questioni che come Uil abbiamo proposto nell'incontro.

Occorre garantire alle scuola un organico adeguato in base alle esigenze di funzionalità e , in questa direzione, spostare i 5 mila tagli in relazione alla situazione di fatto, rappresenta un contributo ragionevole.

Per risolvere la questione del personale precario nella scuola – continua Di Menna – occorre passare dai numeri alle persone e per questo, la Uil Scuola ha assunto un'iniziativa per il prossimo 26 marzo nei capoluoghi di regione.

__

GILDA. Organici incontro MIUR: poche timide aperture

Si è svolto in data odierna presso il MIUR un incontro sull'organico del personale docente relativo al prossimo anno scolastico.
Ancora nessun dato è stato fornito in merito alla ricaduta che i tagli agli organici avranno sulle singole realtà regionali.

La nostra delegazione ha ribadito che l'entità dei tagli non potrà che comportare un grave impoverimento della qualità dell'istruzione statale, tra l'altro il voler mantenere l'entità originaria dei tagli (42.000 posti) in presenza del differimento di un anno della riforma della scuola secondaria di secondo grado comporterà una ulteriore grave penalizzazione a carico della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

La delegazione ha ribadito con forza l'impellenza di norme di tutela a favore del personale precario titolare di contratto annuale che il prossimo primo settembre si troverà senza incarico e senza stipendio.

Le proposte e gli impegni dell'Amministrazione, sicuramente interessanti non sono certo sufficienti oggi per revocare le azioni di protesta che la Federazione Gilda- Unams sta ponendo in essere. Troppe sono ancora le incognite che gravano sulle proposte ministeriali la principale delle quali sarà la volontà del Ministro dell'Economia.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 109
Occupazione : insegnante
Data d'iscrizione : 04.09.08

Visualizza il profilo http://bassano3.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum