Ultimi argomenti
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


riunione 4 novembre genitori insegnanti

Andare in basso

riunione 4 novembre genitori insegnanti

Messaggio  isabella griffante il Gio Ott 30, 2008 9:29 pm

NO ALLO SMANTELLAMENTO
DELLA SCUOLA PUBBLICA
Oggi la scuola pubblica italiana è in lutto. Perché?
Ecco le cose che succederanno a partire dal prossimo anno scolastico
e di cui vedremo pienamente le nefaste conseguenze nel giro di tre anni:
Riduzione dell’orario scolastico: nelle scuole primarie prevarrà il tempo scuola
di 24 ore e sparirà il tempo pieno; nelle scuole dell’infanzia si diffonderà l’orario
antimeridiano. Cosa faranno i genitori che lavorano? Si ridurrà l’orario obbligatorio
delle lezioni anche alle scuole medie (29 ore) e alle scuole superiori (30-32 ore).
Un esempio per spiegare meglio:
alla fine dei 5 anni di scuola primaria si sarà
perso un numero di ore corrispondenti a un intero anno di scuola.
Di conseguenza, i piani di studio verranno “essenzializzati”, cioè ridotti, e eliminate
alcune discipline. Quanto peggiorerà la qualità dell’istruzione?
Istituzione del maestro unico nelle scuole primarie, con classi di 30 e più alunni.
Aumento degli alunni per classe (fino a 25) e riduzione del numero degli insegnanti.
• Nelle scuole primarie,
gli insegnanti saranno obbligati ad insegnare inglese
con una preparazione basata solo su un corso di 150/200 ore.
Chiusura delle scuole con meno di 50 alunni, anche nei territori di montagna.
Trasformazione in fondazioni private delle università, con rette di iscrizione
proibitive per molte famiglie.
Riduzione dei centri d’istruzione per gli adulti.
Riduzione dei collaboratori scolastici.
• Circa
150.000 posti di lavoro in meno.
Tutto questo comporterà un drastico peggioramento della qualità dell’insegnamento
e un abbassamento del livello culturale degli italiani con gravissime conseguenze
economiche, sociali e politiche.
Sarà una scuola incapace di rispondere ai bisogni
degli alunni, dei genitori e della società.
Tutto questo è stato deciso dal governo, senza ascoltare gli insegnanti, i pedagogisti,
i genitori, gli studenti e tanta parte di questa società, che non vuole questa riforma.
Difendiamo i nostri diritti
L’istruzione pubblica di qualità è un diritto di tutti
TROVIAMOCI
Martedì 4 novembre alle ore 20,30 nella saletta comunale
“Bellavitis” in via Beata Giovanna (vicino al liceo Brocchi)
e-mail: robinschool@alice.it

tel:
336.421.903

isabella griffante

Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 03.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum